InsecureSeriamente non la conosci? 

Insecure. Arriva la comedy di HBO sulle afroamericane.

Sharing is caring!

Da anni la tv ci ha proposto serie tv sugli afro-americani, basti pensare a I Jefferson, I Robinson, Otto sotto un tetto, Willy il principe di Bel Air, Tutto in Famiglia, Empire, The Get Down, Ballers, The Boondocks. La maggior parte delle serie trasmesse sono incentrate tutte sulla vita familiare sia sotto forma di sitcom che di drama.
A partire da ottobre 2016, l’HBO ci ha proposto Insecure, una comedy di 8 episodi che vede come protagoniste Issa e la sua amica Molly, due donne Afro-americane che vivono a Los Angeles.
Issa lavora in un’associazione no-profit che si occupa di ragazzi afro-americani che frequentano le scuole medie e ha una relazione stabile con Lawrence, Molly è un avvocato di successo che fatica a trovare l’uomo della sua vita e salta da una relazione all’altra.
La serie, scritta, prodotta e interpretata da Issa Rea, nasce nel 2013, quando la stessa Issa comincia a scrivere il pilot insieme a Larry Wilmore. In essa, la Rea vuole mostrare la vita di due donne afro-americane appena trentenni attraverso il lavoro e la vita privata. Il set in cui le protagoniste si muovono, sembra alquanto trascurato, come se fosse una sorta di reality.

Dietro questa apparente trascuratezza, si nasconde un’attenta ricerca di particolari e la voglia di mostrare come è veramente la vita di due trentenni.
Nonostante la realizzazione professionale, Issa e Molly, sono due ragazze insicure. Issa ha sempre avuto la fissa del rap e si diletta in quest’arte davanti allo specchio di casa. È brava a rappare ma la sua insicurezza non la porta a uscire dal suo bagno, inoltre questa stessa insicurezza le fa prendere decisioni sbagliate per le quali spesso è in conflitto con Molly.
Molly, che professionalmente è una tigre sicura di se e pronta ad azzannare, nella vita privata è totalmente imbranata. È bella, carismatica e intelligente, ma non è sicura di se e cerca l’uomo della sua vita su app di incontri tipo Tinder.
Discorsi semplici e diretti, niente lustrini e feste hollywoodiane, siamo lontani dalla vita fantastica di Carrie Bradshaw con cui ci aveva abituati la HBO, e ci avviciniamo di più alla vita strampalata di Hannah Horvarth.
La serie, terminata in questi giorni, è stata rinnovata per una seconda stagione.

 

Sharing is caring!

Related posts

Leave a Comment