Recensioni 

Inseguire la libertà Il gabbiano Jonathan Livingston

“Volare non è solo utile a sopravvivere, ma serve ad essere veramente liberi”.

Questo è il pensiero del gabbiano Jonathan Livingston, il protagonista di questa poetica fiaba legata al mare e al richiamo ancestrale che l’animale ha col proprio spirito e col proprio istinto.

Un libro che apre gli occhi sul sentimento e che mette da parte l’idea che un gabbiamo non possa avere voglia di ottenere il meglio da se stesso e dalle proprie forze intrinseche.

Jonathan ci insegna che se intendi inseguire la libertà e il tuo ideale sei condannato a non far parte del gruppo di coloro che non credono al tuo ideale nello stesso modo, con la stessa intensità; anzi, ti accusano di essere troppo visionario e sognatore.

Il gabbiano manifesta la sua volontà di imparare a volare non solo per cacciare prede, ma per puro piacere e così viene esiliato dallo stormo, costretto a gestire da solo i propri bisogni.

Passa la vita a studiare tecniche di volo, cercando costantemente di perfezionarsi con lo spirito critico tipico di un essere umano che sa ciò che vuole e insegna il proprio modus operandi ad altri gabbiani, che come lui, hanno fatto questa scelta di coraggio e abnegazione.

Ma quindi essere liberi è una scelta?

Si, lo è, perché non esiste predestinazione che tenga ove c’è una forza interiore che supera i preconcetti che spesso legano l’essere umano alla sua routine inutile e insoddisfacente.

Volare è una scelta, VIVERE è una scelta di coraggio che affrontiamo quotidianamente.

 

 

Related posts

Leave a Comment