La salute è la prima cosa 

Abbronzatura senza rischi

Sharing is caring!

Arriva l’estate e con essa la voglia di mettersi al sole, le giornate si allungano e sono più calde. Finalmente ci si rilassa dopo un anno di lavoro e stress accumulato, ed è proprio ora che il nostro corpo ha l’opportunità di rigenerarsi. Cosa bisogna fare per preparare la nostra pelle all’abbronzatura? Cosa mangiare e quali semplici regole dobbiamo adottare prima di esporci al sole?

Il pesce, ricco di omega-3 è il massimo!!! Si può alternare il salmone con altri cibi che li contengono: noci, mandorle, semi di lino e semi di chia.

Le carote, sono l’alimento per abbronzarsi per eccellenza, come così le albicocche, entrambi alimenti che contengono beta-carotene,un precursore della vitamina A che favorisce la produzione di melanina, un pigmento naturale che è responsabile della colorazione scura della pelle esposta al sole.

Pesche, ricche di Vitamina C che aiuta ad abbronzarsi in modo sano prevenendo l’invecchiamento cutaneo.

Ciliegie, che contengono elevata quantità di di beta carotene rispetto a tutti gli altri frutti rossi , seguite dal melone giallo.

Sedano, equivalente del melone giallo quanto ad apporto di vitamina A e carotenoidi.

Peperoni, oltre ad essere abbronzanti, contengono vitamina C , che possiede elevate proprietà anti-infiammatorie.

L’alimento per eccellenza è il pomodoro rosso , che contiene licopene, che oltre ad essere abbronzante, è anche un ottimo antiossidante: protegge l’organismo dall’invecchiamento e quindi anche la pelle dal danneggiamento da esposizione solare, ed è perfetto per disintossicarsi.

Non dimentichiamoci però, che per affrontare la bella stagione bisogna:

Detergente Scrub (Malinka Italia)

Preparare la pelle utilizzando uno scrub in modo da eliminare tutte le cellule morte e le tossine accumulate durante l’inverno.

Bere molto. Bevete molta acqua durante il giorno. Quando si avvicina l’estate deve aumentare la quantità di acqua da assumere, per evitare pelle disidratata, capelli opachi e abbronzatura “effetto matto”.
Fare attività fisica . Almeno 30 minuti al giorno. Anche solo una passeggiata darà alla pelle la giusta ossigenazione di cui ha bisogno.

Evitare le scottature .Bisognerebbe evitare gli orari più caldi, utilizzate creme solari contenenti filtri di protezione da scegliere in base al vostro fototipo cutaneo, perché le melanine sono di colore diverso, o giallo-bruno o bruno-nero, distinguiamo Eumelanina (pigmento scuro), Feomelanina (colori meno forti), Tricrocromo (capelli rossicci dell’uomo). Va applicata una quantità abbondante di crema su tutto il corpo, più volte durante le ore di esposizione, questo vale anche per le creme resistenti all’acqua.

Dopo l’esposizione dovete idratare la pelle con creme nutrienti e lenitive.

 

Limitate la comparsa di rughe e macchie solari. Indossate sempre occhiali da sole sia al mare che in città. Prima di uscire di casa la mattina utilizzate una crema idratante per il viso, che contenga un fattore di protezione all’interno. Proteggete i capelli Sole, cloro, salsedine e vento danneggiano i capelli, rendendoli aridi e spenti.

Indossate un copricapo prima di esporvi per ore al sole, oppure utilizzate oli protettivi. Dopo il bagno al mare o in piscina, lavare i capelli con acqua tiepida e utilizzare maschere nutrienti (anche quelle fatte in casa vanno bene: yogurt e un po’ d’olio d’oliva oppure olio d’oliva, miele, tuorlo d’uovo).

Se riuscite a seguire questi pochi e utili consigli, potreste trarre numerosi vantaggi, abbronzandovi in sicurezza

 

Rubrica a cura della D.ssa Biologa Nutrizionista Carmen Mauro

Sharing is caring!

Latest posts by Carmen Mauro (see all)

Related posts

Leave a Comment