DietaLa salute è la prima cosa 

Come depurarsi dagli eccessi estivi: digiuno consapevole

Sharing is caring!

Il digiuno temporaneo e consapevole ha il primario scopo di scaricare il fegato dall’ eccesso di trigliceridi e di glicogeno accumulato tavola, durante il relax delle vacanze.

GLI EFFETTI DEL DIGIUNO TEMPORANEO

1 – una variazione del profilo ormonale con netta riduzione della insulina (ormone dell’accumulo di grasso e della sensazione di fame continua). 

2 – la riduzione di insulina permette l’attivazione dell’ormone del digiuno: il glucagone, che libera la riserva di glucosio custodito negli epatociti, cioè il glucagone compie una azione primaria per dimagrire: “scarica “ il fegato dell’eccesso dei carboidrati per garantire adeguato e continuo rifornimento di glucosio al cervello, senza cadere in chetosi, in carestia! Il glucagone fa uscire gli acidi grassi dall’interno degli adipociti, cellule della massa grassa, svuotandoli, così si dimagrisce!

3 – La riduzione della insulina elimina l’effetto del sodio sulla ritenzione idrica, aumenta la diuresi.
La scelta del digiuno temporaneo e consapevole può essere realizzata ogni volta che desideriamo “pulire” intestino e fegato, dopo giornate con eccesso alimentare.
Tuttavia va fatto in modo ragionato, cosciente, mirato, senza esagerare. Ecco perché vi do alcuni buoni consigli

LA GIORNATA TIPO

COLAZIONE

  • latti vegetali (riso o mandorla o soia o avena o altro cereale…) o yoghurt e cereali integrali senza aggiunta di zucchero o di cioccolato (sono biscotti camuffati),
  • frutta fresca di stagione (1 frutto).
  • alcune mandorle o noci o altro seme oleoso gradito (3 noci, 6 mandorle)

SPUNTINI MATTINA E POMERIGGIO: frutta fresca di stagione nello spuntino della mattina e nel pomeriggio oppure centrifugati, meglio gli estratti, di frutta (80%) e verdura fresca cruda di stagione (20%)

PRANZO E CENA: durante il digiuno “temporaneo” è necessario mangiare una porzione di verdura cruda mista, finemente tritata per agevolare la digestione gastrica e una porzione di verdura cotta, per agevolare assorbimento di caroteni, dose libera condita con olio extra vergine di oliva, aceto, aggiungere alcuni gherigli di noci o mandorle o pinoli o semi di zucca; pane integrale (g 40).

I semi oleosi apportano proteine vegetali, omega 3, fibra alimentare prebiotica (utile per gestire il microbiota intestinale) e minerali. Sono da considerare veri integratori naturali utili nel digiuno temporaneo. Ovviamente non devono essere salati e neppure tostati.
Bere almeno un litro di acqua durante la giornata con residuo fisso secco superiore a 500 mg / litro (migliore introduzione di minerali).

Frutta di stagione

Mandorle e pistacchi, prugne, melone, albicocche, pesche, more, fichi, fichi d’india, anguria, limoni, lime.

Verdura di stagione

Rucola, rabarbaro, patate novelle, barbabietole, sedano, piselli, pomodori, cetrioli, lattuga, zucchine, melanzane, fagiolini, ravanelli, peperoni.

Sharing is caring!

Dott.ssa Daniela Proietti

Dott.ssa Daniela Proietti

Daniela nasce a Roma 32 anni fa.

Dopo la laurea in Biologia Cellulare e Molecolare presso l’Università di Roma Tor Vergata e con un master in “Nutrizione Personalizzata: Basi Molecolari e Genetiche” presso la medesima Università, rendendola una professionista ad ampio spettro.
Cultrice della sana alimentazione e amante dello sport e in particolare del nuoto. Amante della cucina ama cucinare pietanze leggere e sane ma anche piatti gustosi per gli amici il sabato sera. Una volta alla settimana si può sgarrare.
Dott.ssa Daniela Proietti

Related posts

Leave a Comment