Roberta PalopoliIn evidenza Interviste Tra le righe 

Intervista a Roberta Palopoli, autrice di “Tre per una. I crimini di Stuart Newell”

Sharing is caring!

“Tre per una. I crimini di Stuart Newell” è il nuovo libro della scrittrice e psicologa romana Roberta Palopoli edito da Castelvecchi. Nel 2018 il suo debutto letterario con  “Mater dolcissima”, che narra le abitudini, i moralismi, di una famiglia della borghesia romana.

Fixon Magazine ha intervistato l’autrice per saperne di più su questo nuovo romanzo un “fashion killer”, cittadino del mondo, che infierisce con classe e vive in un universo di logico ordine.

Come è nata la tua voglia di scrivere?

La voglia di scrivere è nata dalla storia di vita di una donna che ho conosciuto. Una storia diversa, emozionante. Mi colpì molto e decisi di provare a raccontarla. Così è nato Mater Dolcissima, il mio primo romanzo.

Che ingredienti servono per costruire una storia?

Secondo me ci si deve entrare dentro, i personaggi devono accompagnarci ovunque, anche nelle piccole attività quotidiane, bisogna vederli come fossero reali, come stessimo guardando un film. Gli ingredienti, i dettagli, poi, possono essere molti, a seconda del genere che si sceglie di raccontare. Io osservo, cerco emozioni, perché i miei personaggi somiglino alle persone reali.

Quando finisci di scrivere un libro chi lo legge per primo?

Mia zia. Mi fido di lei, e lei fa volentieri da “cavia”..

Ci parli del tuo ultimo romanzo Tre per una. I crimini di Stuart Newell? Qual è l’idea che ti ha portato a scrivere questa storia?

Non ho avuto una particolare illuminazione, semplicemente mi è venuto in mente Stuart, così, per caso. E su di lui ho costruito gli eventi. Ci tenevo a creare un personaggio atipico, freddo, a momenti insopportabile che però avesse la capacità di cambiare direzione e di proteggere chi ama.

Da quale idea nasce la copertina del libro?

Dal fatto che Stuart è un serial killer molto elegante.

Stai lavorando su dei nuovi progetti in questo momento?

Ho in mente un’idea, che svilupperò nel prossimo futuro. Diversa da quello che ho scritto fino adesso.

Sharing is caring!

Related posts

Leave a Comment