Seriamente non la conosci? 

CLUB DE CUERVOS: il calcio come non lo avete mai visto… o quasi!

Sharing is caring!

Il calcio gioia e dolori di tutto il mondo e soprattutto di Nuova ToledoQuando Salvador Iglesias, presidente della squadra di calcio Cuervos, muore, i figli Salvador “Chava” Jr e Isabel cominciano una lotta senza esclusioni di colpi per succedere al padre alla presidenza della squadra. A rendere tutto ancora più difficile, è l’arrivo di Mary Luz Solari, una giovane donna molto bella, che sostiene di essere la nuova moglie di Salvador Iglesias e di essere incinta di questi.

Club de Cuervos è la nuova serie Netflix che ci fa entrare nel mondo del calcio e più precisamente nel calcio messicano. Le vicende narrate nella serie, si sviluppano nella fittizia città di Nuova Toledo, Messico, che deve la sua rinascita alla locale squadra di calcio e all’impegno del suo presidente. Salvador Iglesias, infatti, durante la sua presidenza, fa costruire un campo di calcio degno delle migliori squadre europee e l’intera economia della città gira intorno alla società calcistica. La squadra è una delle più forti della propria lega e per otto volte arriva in finale ma perde sempre il titolo. Ciò però non influisce sulla società che continua a puntare in alto finché Salvador non viene a mancare. La presidenza passa in mano a Chava che vuole far diventare la squadra il Real Madrid del Messico. Il suo intento però porta la squadra quasi al fallimento e a una disastrosa retrocessione e neanche l’acquisto di Aitor Cardonè, proveniente dal Barcellona, riesce a riportare la squadra agli antichi fasti. In tutto questo, Isabel, che è la più indicata a essere il presidente della squadra sia per esperienza che per idee, fa di tutto per rubare il posto al fratello, che da sempre l’ha messa in secondo piano. Tra una partita e l’altra, si disputa una guerra fratricida che coinvolge tutti senza esclusioni di colpi e purtroppo gli errori dei piani alti ricadono sulle prestazioni dei calciatori.

Club de Cuervos è una serie a tratti comica, soprattutto per le situazioni assurde in cui si ritrovano Chava, Isabel e alcuni calciatori, ma allo stesso tempo affronta temi seri come il consumo di droga, la causa LGBT, l’aborto, il razzismo e le crisi coniugali.

La serie, arrivata alla sua seconda stagione, ha riscosso un notevole successo nonostante abbia un cast del tutto sconosciuto, sia in lingua spagnola o meglio messicana, perchè molte delle parole usate dagli attori non esistono in spagnolo-catalano, e soprattutto non ci sono altre serie sul calcio. Inoltre le situazioni comiche ben mixate con quelle drammatiche, creano il giusto pathos ed è un attimo che si resta incollati allo schermo per vedere cosa succede nel prossimo episodio e in tutti quelli a seguire.

In sostanza, Netflix ha commissionato e messo a disposizione del suo pubblico un’altra serie vincente che, come hanno specificato i suoi creatori, Gary Alazaki e Michael Lamvuole essere la “Game of Thrones” del calcio.

 

Sharing is caring!

Related posts

Leave a Comment